Annullata la votazione che si sarebbe svolta durante le S. Messe di sabato 8 e domenica 9 febbraio. I parrocchiani sarebbero stati chiamati ad esprimere la propria preferenza in merito ai candidati per il nuovo consiglio pastorale della comunità.

Domenica 26 gennaio (termine per le candidature) i candidati non superavano i 30 rendendo così superflua la votazione.